Dieta e Metabolismo: perchè si blocca il dimagrimento?

Sono ormai diversi mesi che sei a dieta e ad un certo punto non scendi più di peso?
Eppure segui tutte le indicazioni con precisione, fai sport (o magari no) e nonostante ciò la bilancia non si muove e ciò ti rende frustrato e ti fa venire voglia di mollare tutto, non è vero? Sono sicuro che è così!
Ebbene questa è la classica situazione che accomuna la maggior parte dei pazienti che si reca da me in studio chiedendomi di “sbloccare” la faccenda, dopo aver tentato da soli un’alimentazione “auto pianificata” per dimagrire.
Il termine “sbloccare” non è del tutto casuale, nel senso che gli effetti conseguenti a rapidi e drastici dimagrimenti (classici appunto di coloro che fanno diete fai da te ma non solo a dire il vero……), rappresentano principalmente la deplezione di massa magra e una scarsa deplezione della massa grassa. Il protrarsi inoltre di queste diete ipocaloriche per lungo tempo, fa si che ci sia una riduzione del fabbisogno basale.

Come mai succede questo? E cosa significa?

Significa che inizialmente ci sarà un adattamento fisiologico sulla regolazione del peso corporeo, portando quindi ad un abbassamento dell’ormone leptina (ormone della sazietà), un abbassamento degli ormoni tiroidei e infine anche dell’insulina.
Il calo degli ormoni della sazietà  appunto (insulina e leptina) porterà il nostro organismo ad avere più fame, spingendo il soggetto ad alimentarsi per ingerire le calorie necessarie per il mantenimento del peso o per ripristinarlo.
Praticamente il nostro organismo in situazione di dieta ipocalorica drastica si metterà sull’attenti e farà di tutto per ripristinare una situazione per lui di sicurezza.
Questo è il frutto di milioni di anni di evoluzione! Non ci si può fare nulla ma se mi permettete….. meno male che funzioniamo così alla perfezione!

Ma non è finita….

la restrizione energetica porterà all’incremento del cortisolo (ormone dello stress) che a sua volta indurrà la gluconeogenesi epatica (sintesi di glucosio da precursori non glucidici).

In poche parole, cosa fa una persona appena si mette a dieta?

Rimuove i carboidrati.

E cosa fa il vostro corpo quando vi mettete in forte restrizione calorica e non vede carboidrati?

Se li procura catabolizzando (distruggendo) le vostre proteine e quindi amminoacidi, sino ad ottenere il glucosio che gli serve.
(Funzioniamo dannatamente bene!)

Da qui la differenza tra PERDITA DI PESO e DIMAGRIMENTO (clicca qui per approfondire).

Numerosi studi identificano cali anche del 5% del metabolismo dopo sole 24h di dieta ipocalorica.

Spesso quindi, sarebbe opportuno alternare periodi di dieta ipocalorica con periodi di dieta normocalorica, proprio per evitare questi blocchi metabolici, facendo si che il nostro organismo prenda una “boccata d’aria” e si ripristini l’assetto ormonale che ci permetterà poi di continuare a scendere con il peso.
Ovviamente tutta questa pianificazione dovrà essere studiata a tavolino, tenendo in considerazione numerosissimi fattori tra i quali: attività fisica, efficienza e flessibilità metabolica, funzionalità dell’apparato intestinale e molto altro ancora.

Ma vediamo di schematizzare quanto detto sino ad ora.

2018-04-16

Siete proprio sicuri di sapere come funziona il vostro organismo e di come ci si mette a dieta senza fare danni? 😉

Dott. Fabio Pezzoni
Biologo Nutrizionista
Istruttore di Triathlon

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...